FENOMENOLOGIA DEL NERD

SUPER NORMAL BUSINESS

FENOMENOLOGIA DEL NERD

Li chiamano con nomi diversi, chi geek, chi weirdo. Gli hanno dedicato serie tv e film. In questi anni, sono passati da fenomeno da baraccone a fenomeno vero e proprio.
 

Se c’è una categoria di essere umano che oggigiorno naviga con il vento in poppa, è quella del nerd. Quelli che una volta erano gli emarginati, stanno vivendo una rivincita sociale che Fabrizio Corona può solo sognare. In un certo senso, essere nerd fa figo.
 
Nerd. Un termine che di per sé funge un po’ da concetto-ombrello, sotto cui troviamo svariate categorie di personcine, per lo più di sesso maschile e con fisse che non sapevi esistessero. Ma se i disturbi sociali persistono, è invece cambiata la percezione della società nei loro confronti: da sfigati al computer, oggi si può dire che si guardi ai nerd come i vincenti del futuro, quelli che ne sanno un po’ di più ed è un attimo che ritrovi il compagno di banco che sfruttavi per fare i compiti al campus Google, mentre tu giri hamburger da McDonald’s.
 
Oggi non avere un amico nerd è come non avere un amico gay nel 2010. Sei fuori moda. A provare questa teoria, basta il grandioso successo di serie come Big Bang Theory, interamente dedicata ad un gruppo di giovani scienziati (giusto un pelo stereotipati ma è per quello che ci piacciono) e di come la loro indole nerd/geek influisca sulla vita di tutti i giorni. Di colpo, il mondo intero non può fare a meno di dire “Vorrei troppo uno Sheldon Cooper nella mia vita” (e una vicina di casa come Penny, chiaro).
 
Il nerd è spesso accompagnato da un computer, non tanto per scelta, quanto perché software e hardware sono i suoi unici amici. I più fortunati possono vantare un gruppo di amichetti virtuali con cui passare le serate a smanettare sui joystick, ma la scarsa interazione sociale e la difficoltà di trovare argomenti in comune con i propri pari, rende la vita reale l’equivalente di un campo minato della prima guerra mondiale.
 
Il rapporto con il gentil sesso è pressapoco inesistente, degno di una vita da gattara al maschile. Tuttavia, recenti studi scientifici sostengono il contrario: se la donna ideale è bella, simpatica e soprattutto intelligente, per ragion di logica sceglierà un compagno altrettanto brillante, capace di sostenere un discorso articolato come la grammatica comanda e in grado di stimolare il suo cervello. Quindi, è solo questione di tempo prima che Miriam Leone venga avvistata ad una serata di Dungeons & Dragons.
 
Se anche voi fate parte di questa categoria speciale di esseri umani, non perdetevi AFFARI DA NERD. Un SUPER NORMAL BUSINESS in onda da martedì 23 aprile alle 21:50, su Blaze, canale 124 di Sky.

X